Il “narratore” presenta la ricetta classica delle “chiacchiere” di Carnevale. Una ricetta antica ed autentica “raccontata” dalla Zia Angela, cuoca di casa, ormai 90 enne, ma “tesoriera” di antiche ricette.

INGREDIENTI PER OTTO PERSONE: 800 gr. di farina – 4 tuorli d’uovo – 100 gr. di zucchero – 100 gr. di burro – 2 pizzichi di sale – 2 bustine di lievito Pane degli Angeli – la scorza grattugiata di mezzo limone – marsala secco.

ESECUZIONE. Versare sul tavolo la farina, fate la fontana e aggiungete al centro le uova, lo zucchero, il burro ammorbidito a cubetti, il lievito, la scorza del limone e il sale. Impastare tutti gli ingredienti a mano ed aggiungere lentamente, per bagnare e rendere sodo l’impasto, il Marsala secco. Lavorare l’impasto sino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio simile a quello della pasta casalinga. Raccogliere l’impasto dando la forma di una palla, riporlo in una terrina a riposare per almeno un ‘ora, coperta con un panno. L’impasto e la successiva lievitazione deve avvenire in un luogo caldo affinchè il lievito posso sviluppare le sue caratteristiche. Trascorso questo tempo tagliare a fette la palla di pasta lievitata e stendere, ogni fetta con il mattarello sino ad ottenere sfoglie di 2 – 3 mm di spessore, infarinando di tanto in tanto il piano di lavoro. Con la rotellina dentellata ricavare dalla pasta dei rettangoli. Scaldate in una padella abbondante olio; quando sarà ben caldo immergente delicatamente e poche alla volta le chiacchiere. Lasciate friggere rigirando di tanto in tanto e quando avranno preso un bel colore dorato, scolare con una schiumarola e cospargere di zucchero a velo, se gradito. La Zia Angela ci ricorda che LE CHIACCHIERE vanno mangiate assolutamente calde! Alle chiacchiere abbiniamo sicuramente un vino dolce, fresco, come il Moscato della Cantina Scuropasso del “buon” Fabio Marazzi, uno dei miglior moscati dell’Oltrepò Pavese.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *