Franco Casella

E’ notizia di alcune settimane fa che la Locanda dei Beccaria di Lusia e Franco Casella sono entrati a far parte dell’Unione Ristoranti Piatti del Buon Ricordo, durante una cerimonia che si è svolta a Milano, presso le Officine del Volo. Un riconoscimento importante per questo ristorante, ma soprattutto per Luisa e Franco, che dall’apertura, ne sono l’anima ed anche il corpo. Dal 1964 l’Unione Ristoranti del Buon Ricordo assicurara ai Gourmet un viaggio tra i sapori e i colori della cucina italiana, con i suoi cento ristoranti racchiusi sotto il suo marchio che rappresentano la migliore espressione della cucina regionale italiana e disegnano la mappa della gastronomia e dell’ospitalità Made in Italy.

Quale miglior presentazione per Luisa e Franco se non quella presente sul sito dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo “La locanda è nata dalla passione per la cucina e per il vino che ha accompagnato tutta la vita di Luisa Ghioni e Franco Casella ed è venuta a coronare il loro sogno di poter condividere con gli ospiti le esperienze accumulate in anni di frequentazione di ristoranti e cantine e di amicizia con i grandi dell’enogastronomia italiana. La loro locanda è un luogo d’incontro per chi si accosta al cibo e al vino con sincera passione. Luisa, attenta alla qualità delle materie prime, le converte in preparazioni che sanno coniugare i sapori consolidati della tradizione con le suggestioni della cucina moderna. Straordinaria la sua pasticceria. Franco, vecchio globe trotter della cucina e della cantina, è da sempre incline a passare dalle padelle alle bottiglie senza mai decidere a quali dedicarsi in esclusiva”.

Luisa e Franco entrano nel “Buon Ricordo” con una ricetta che prevede quattro varianti che seguono le stagioni, ed allora ecco “LE STAGIONI DEL RISOTTO”, dove il riso, rigorosamente Carnaroli, si sposa in primavera con gli asparagi, in estate con peperoni rossi, in autunno con i funghi porcini e in inverno con i fagioli borlotti (ricetta completa), una ricetta, come richiesto dal “protocollo” del “Buon Ricordo”, che presenti in tavola le tipicità del territorio di appartenenza.

Un meritato riconoscimento non solo per la Locanda dei Beccaria, ma anche per tutta la ristorazione dell’Oltrepò Pavese, una ristorazione ricca di profumi e sapori “importanti” che troppo spesso viene trascurata. In un territorio in cui la produzione vitivinicola, con la sua emergente qualità, con le sue polemiche, troppo spesso porta via spazio ai sapori, alla ristorazione, dimenticando che è sempre il vino che si abbina al cibo e non viceversa, dimenticando che sulle tavole dei ristoranti il “primo attore” sono le portate presentate dagli Chef. Sapori che meriterebbero un progetto serio di promozione; sapori che potrebbero avere anche un valore turistico, sapori che potrebbe coinvolgere anche il comparto vitivinicolo solo a vantaggio di quest’ultimo, un progetto che veda tra i protagonisti le eccellenze della ristorazione territoriale come la Locanda dei Beccaria, eccellenze che riconosciute a livello nazionale sono Ambasciatori ideali di un territorio come l’Oltrepò Pavese ricco di tipicità agroalimentari.

Patrizio Chiesa.

La Locanda dei Beccaria
Viale Guglielmo Marconi 10
Montù Beccaria
Tel. 0385.262310 – 338.9365351 – http://www.lalocandadeibeccaria.it/
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *